SIAE – Brescacin (Zaia Presidente): “Abolire le tariffe per spettacoli gratuiti organizzati da amministrazioni locali, istituzioni scolastiche e associazioni senza scopo di lucro”.

Venezia, 12 aprile 2017 – “Esentare amministrazioni locali, istituzioni scolastiche e associazioni senza scopo di lucro dal pagamento della SIAE”. Lo chiede Sonia Brescacin, Consigliere regionale del gruppo Zaia Presidente, con la Mozione approvata ieri dal Consiglio regionale del Veneto sull’esonero del pagamento, da parte di enti locali, istituzioni scolastiche ed associazioni senza scopo di lucro, dei diritti d’autore. Nel documento viene sottolineato come la musica “rappresenti un mezzo di espressione artistica che costituisce, un aspetto fondamentale della cultura ed un bene di insostituibile valore sociale e formativo della persona, intesa anche come elemento fondamentale di costruzione e di espressione dell’identità giovanile”.

“Spesso – come ricordato nel documento – i Comuni e le associazioni senza fini di lucro rappresentano i promotori della musica, in attività di organizzazione di eventi a cui non viene nemmeno fatto pagare il biglietto, ma dove la SIAE esige un compenso. La determinazione delle tariffe avviene in base alla capienza posti, per gli spazi delimitati all’aperto o al chiuso, o per presenze in caso di spazi all’aperto non delimitati. Ciò comporta che il pagamento SIAE sia stabilito sulla base della capienza della struttura, se all’aperto, e non dell’effettiva presenza di pubblico”.

“Spesso il pagamento SIAE – afferma inoltre la Consigliera del gruppo Zaia Presidente – viene richiesto anche quando è prevista l’esecuzione di pochi brani con funzione di arricchimento di premi di poesia, presentazione di mostre ed altri eventi di questo tipo, per non parlare dei saggi di fine anno degli studenti. Molti enti locali ed associazioni senza scopo di lucro, sono così costretti a rinunciare alle forme di spettacolo dove vi siano da pagare le tariffe applicate dalla SIAE. Per questo, la mozione approvata dal Consiglio invita la Giunta regionale del Veneto ad attivarsi affinché questi organizzatori siano esentati totalmente dal pagamento SIAE”.

“Ciò dovrebbe essere meno problematico rispetto al passato – conclude la Consigliera Brescacin – poiché con il Decreto legislativo del 15 marzo 2017, n. 35 è stata recepita la Direttiva Europea 2014/26/UE sulla gestione collettiva dei diritti d’autore che dovrebbe consentire l’introduzione di soluzioni più efficienti ed eque liberalizzando il mercato”.

 

 

Catalogato in News. Salva il permalink.

I commenti sono chiusi.