Raccolta ferro – Rizzotto (ZP): “Il Governo si impegni a non bloccare i progetti di solidarietà del terzo settore”.

Venezia 13 apr. 2017  – Dal 2016, le associazioni di volontariato e le parrocchie non possono effettuare la raccolta dei rifiuti di metalli a scopo benefico perché devono essere iscritte al registro di “Impresa gestione rifiuti regionali”, al pari delle imprese che si occupano di trasporto o di raccolta differenziata. Per favorire la semplificazione della disciplina delle ‘raccolte del ferro’, ho depositato oggi una Mozione per sollecitare il Governo ad intervenire in questa direzione”. Così la Presidente del gruppo Zaia Presidente in Consiglio regionale del Veneto e prima firmataria della Mozione Silvia Rizzotto, che puntualizza: “Le disposizioni in materia ambientale contenute nella legge n. 221/2015 sono entrate in vigore il 2 febbraio dell’anno successivo. Da allora, sono stati messi a rischio i progetti di solidarietà promossi dalle associazioni di volontariato e in particolare dalle parrocchie, che grazie alla raccolta di ferro e altro materiale riciclabile, potevano destinare i proventi di queste iniziative alle ristrutturazioni di asili, a progetti missionari e ad aiuti concreti a persone in stato di povertà presenti nel territorio”.

“Con questa mozione – conclude Rizzotto – si vuole dare voce alle legittime preoccupazioni del Terzo settore, chiedendo al Governo di semplificare la disciplina e l’esercizio della raccolta di materiali ferrosi tenendo conto del valore fondamentale svolto dalle associazioni di volontariato e parrocchie nelle tradizionali raccolte benefiche”.

 

Catalogato in News. Salva il permalink.

I commenti sono chiusi.