Immigrazione, Sandonà: “Un richiedente asilo ci costa 12.700 € l’anno. Fermare il business che ingrassa le cooperative”

Venezia, 26 gennaio 2017 –    “Ogni richiedente asilo ci costa 12.700 euro l’anno, soldi pubblici che vanno ad ingrassare le cooperative che speculano sull’immigrazione. Vigileremo sull’operato della prefettura per l’aggiudicazione dei nuovi bandi”. Lo afferma Luciano Sandonà, Consigliere regionale del gruppo Zaia Presidente, che interviene dopo che nei giorni scorsi la prefettura di Padova ha pubblicato un nuovo bando per l’aggiudicazione dei servizi di accoglienza ed integrazione per i richiedenti asilo.

“E’ una vergogna – afferma Sandonà – che vengano spesi più di 85 milioni di euro solo per il biennio 2017-2018, soldi destinati all’accoglienza dei migranti in provincia di Padova, con un costo unitario annuo che supera i 12.500 euro per richiedente asilo. Questo significa calpestare la dignità dei cittadini per bene che vivono veramente situazioni di difficoltà”.

“E’ ancora più grave – continua Sandonà – se si scopre poi, come riportato dal Mattino di Padova, che molte delle cooperative che si contendono l’hub di Bagnoli, sono di fatto legate a procedimenti che nulla hanno a che fare con buon costume”.

“E’ chiaro che serve un cambio di rotta sulla questione migranti. No a carte d’identità facili come vorrebbe qualche buonista. Serve un processo organizzato che permetta – conclude Sandonà – di rimpatriare immediatamente chi non ha diritto di restare sul nostro territorio. Questo significherebbe un sostanziale risparmio di risorse che potrebbero essere investite per abbattere la povertà, quella vera, che purtroppo esiste anche nel ricco Veneto”.

 

Catalogato in News e taggato , , , , , . Salva il link permanente.

I commenti sono chiusi.