Multiutility, Finco: “Il Veneto non è terra di conquista. Bene il percorso di confronto avviato da AIM e AGSM”

Venezia, 19 gennaio 2017 – “Le utility venete sono un patrimonio di tutti i cittadini e per questo vanno difese dallo shopping di società fuori regione e multinazionali. Non è certo una questione di appartenenza partitica, sono in gioco posti di lavoro e qualità dei servizi ai cittadini”. Lo afferma Nicola Finco, capogruppo Lega Nord in Consiglio regionale del Veneto, che commenta così l’inizio del percorso di aggregazione tra AIM e AGSM, le municipalizzate che fanno rispettivamente capo ai comuni di Vicenza e Verona.

“Nel mondo dei servizi pubblici locali – afferma Finco – è improcrastinabile anche in Veneto un percorso di aggregazioni che porti alla creazione di una multiutility veneta con capacità finanziarie e strutturali tali da poter competere nel libero mercato. Il temine di paragone non può più essere rappresentato da piccole municipalizzate locali, basti pensare che la più grande azienda italiana, ad oggi A2A, ha una capitalizzazione ben dieci volte inferiore ad EDF, multiutility francese”.

“In questo senso – continua il capogruppo Lega Nord in Consiglio veneto – l’annunciato percorso di fusione tra AIM e AGSM è di buon auspicio per dare il via a processi di aggregazione che coinvolgano anche altre realtà venete, per mantenere così anche un legame con il territorio. La creazione di una unica utility veneta potrebbe valere 2,5 miliardi di euro, capitale necessario per gli investimenti che resterebbe nella nostra regione”.

“In questo senso – conclude Finco – il processo di consolidamento, trattandosi comunque di servizi pubblici essenziali, dovrà perseguire due obiettivi: migliorare il servizio offerto ai cittadini, con un occhio di riguardo alle tariffe e, per quanto concerne l’ambito aziendale, garantire professionalità ed occupazione, nonché il rispetto e la preservazione delle risorse ambientali. Non deve essere questa una battaglia partitica, è ora che i veneti facciano squadra e difendano il proprio capitale, umano e finanziario”.

Catalogato in News e taggato , , , , . Salva il link permanente.

I commenti sono chiusi.